Home > NEWS > LA LOGGIA CONVIVIUM DI ROMA REVOCA L’OBBEDIENZA AL G.O.I.

LA LOGGIA CONVIVIUM DI ROMA REVOCA L’OBBEDIENZA AL G.O.I.

September 11, 2012 Leave a comment Go to comments

LA LOGGIA CONVIVIUM DI ROMA REVOCA L’OBBEDIENZA AL G.O.I.

Il giorno 6 settembre 2012 la Loggia Convivium ha revocato la propria obbedienza al Grande Oriente d’Italia di Palazzo Giustiniani. In qualità di membro della suddetta Loggia, ma per iniziativa esclus

ivamente personale, voglio darne direttamente notizia ai Fratelli del G.O.I. (tra i quali c’è senz’altro qualcuno che stimo) in quanto sono certo che verranno comunicate a tal riguardo informazioni distorte e strumentali; metodo quanto meno bizzarro per gestire l’informazione all’interno di una fratellanza massonica, unico tuttavia che in questa costituisca veramente tradizione.
La Camera di Mezzo della Loggia Convivium, credendo fermamente che un’Istituzione Massonica per lavorare alla Gloria del Grande Architetto dell’Universo nell’antichissima tradizione della catena iniziatica che ha come fine la ricerca dell’universale in ogni singolo uomo, debba tenere uniti i propri fratelli favorendo la libertà di coscienza e la crescita interiore di ciascuno di essi e che, solo svolgendo questo Lavoro in assoluta buonafede, oltre a porsi come esempio per il perfezionamento dell’umanità, possa pretendere di essere riconosciuta quale depositaria e iniziatrice di Regolarità, è giunta alla decisione di revocare la propria obbedienza al G.O.I., avendo, viceversa, constatato che, non per unica responsabilità dei vertici istituzionali, ma per la corrispondenza a questi della maggioranza dei Maestri di Palazzo Giustiniani, detti valori vengono pervicacemente e consapevolmente invertiti in un’opera di sottomissione delle coscienze.
La Convivium, ha deciso la Revoca dell’Obbedienza come modalità di uscita dal G.O.I. e non l’Assonnamento, perché non intende interrompere bensì proseguire il suo Lavoro iniziatico con maggior forza e vigore, confermando con ciò la Centralità della Loggia rispetto all’Istituzione, da tutti posta a parole come fondamento, ma nei fatti ridotta a mera formalità dalle riforme costituzionali e dalle interpretazioni condivise a stragrande maggioranza intorno ai compiti dei Consigli e dei Collegi e, dunque, dei Maestri Venerabili che della Centralità della Loggia sono il perno.
Vorrei, inoltre, dire a quei Fratelli suggestionati dalla paura che l’uscita dal G.O.I. sia un salto nel buio, che sono certamente nel buio se vi restano dentro, che il Palazzo e i Riconoscimenti non fanno Massoneria, che la Massoneria è una realtà iniziatica costituita esclusivamente da individui liberi e consapevoli in catena tra loro, ovvero una Loggia, e che bastano tre Logge per fare una Gran Loggia.
Alessandro Winkler
Advertisements
  1. No comments yet.
  1. No trackbacks yet.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out / Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out / Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out / Change )

Google+ photo

You are commenting using your Google+ account. Log Out / Change )

Connecting to %s